lunedì, 6 Dicembre 2021

Mario Sconcerti: “Alla Juve c’è un problema irrisolvibile”

Condividi

Su CalcioMercato il giornalista Mario Sconcerti ha analizzato la situazione della Juventus, tornata alla vittoria in campionato contro la Fiorentina, dopo le due sconfitte consecutive contro Sassuolo e Verona.

“La Juve non è migliorata nel gioco, ma ha il merito di aver preso decisioni chiare– ha evidenziato Sconcerti. Ha messo Locatelli regista basso, non gli affida più il compito di costruire gioco ma dare ordine, cosa che Locatelli fa benissimo”.

“Intorno a questo tipo di sicurezza ci sono adesso due interni diversi, quasi opposti, come McKennie e Rabiot. Uno è un incursore dal pensiero svelto, non ha classe sopraffina ma sa correre e inserirsi. Rabiot e Bernardeschi sono due giocatori più fisici e di fantasia. Meglio Bernardeschi che Rabiot in questo periodo, ma la cosa importante è che i tre di centrocampo abbiano caratteristiche diverse e non si accavallino uno sull’altro”.

Chiesa è tornato sulla linea dei centrocampisti, questo significa che avrà un ruolo quando la Juve ha la palla e un altro quando dovrà difendersi. I due attaccanti infine sono altrettanto chiari, non ancora formidabili, ma scelti, definiti”.

“In sostanza Allegri ha trovato una squadra. Ma alla squadra manca ancora chi faccia gioco negli ultimi 30 metri. Questo toccherà ad una invenzione di volta in volta. Per questo la Juve segna poco, perché non le viene facile trovare la porta. Questo però, forse non è risolvibile ha concluso.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie