domenica, 19 Maggio 2024

La FIGC finisce sotto indagine: “Abuso di posizione dominante”

Condividi

spot_imgspot_img

La FIGC finisce sotto indagine per abuso di posizione dominante.

È queste la decisione dell‘Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha infatti annunciato l’avvio di un’istruttoria nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

La posizione dell’ente calcistico nazionale sarebbe dominante nell’organizzazione di competizioni a carattere ludico-amatoriale nel settore giovanile.

L’AgCom, riferisce che la Figc è il principale operatore del settore grazie ai poteri speciali ed esclusivi di regolamentazione e coordinamento nell’attività del gioco calcio conferiti dal Coni.

Ebbene, secondo l’Antitrust, “avrebbe cercato di limitare l’organizzazione dei tornei amatoriali da parte degli Enti di promozione sportiva giovanile”.

Nel mirino, in particolare, l’atto del 3 marzo scorso con cui diverse Asd e dirigenti, affiliati alla Federazione, sono stati deferiti alla procura interregionale per non aver chiesto l’autorizzazione preventiva per partecipare a tornei organizzati in Campania nella stagione 2021-2022 da alcuni Enti di promozione sportiva.

Inoltre, la Figc avrebbe inserito in alcuni comunicati relativi al settore giovanile alcune previsioni che impongono il convenzionamento Eps-Figc (stagione 2021-2022) e l’autorizzazione preventiva all’organizzazione dei tornei giovanili ludico-amatoriali (stagione 2022-23), “che non sembrano trovare fondamento nel Regolamento degli Eps approvato dal Coni. In particolare, le disposizioni paiono limitare in modo illegittimo la libertà organizzativa degli Eps, che hanno così minori possibilità di programmare eventi giovanili a carattere ludico-amatoriale”.

I funzionari dell’AgCom, con l’ausilio della Guardia di Finanza hanno condotto diverse ispezioni nelle sedi nazionali e campane della Federcalcio.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie