Allegri: “Ronaldo mi ha comunicato che non ha intenzione di restare alla Juve. CR7 non convocato”

2755

Conferenza stampa di Allegri alla vigilia di Juve Empoli, sfida valida per la seconda giornata.

Tutta la conferenza è praticamente catalizzata dell’addio di Ronaldo alla Juventus: Le parole di Allegri

“Ieri parlando con Cristiano mi ha comunicato che non ha intenzione di restare alla Juve. Stamattina non si è allenato e per questo non sarà convocato”, ha annunciato Allegri.

“Ora parliamo dell’Empoli che è la cosa più importante perché abbiamo iniziato ad Udine non riuscendo a vincere una partita che si era incanalata bene. Domani abbiamo l’obbligo di vincere contro una squadra veloce e pimpante che gioca un bel calcio. Serve una partita giusta”.

Dopo l’addio di Cr7, spiega Allegri: i ragazzi sono tutti responsabili. Ora con l’assenza di Cristiano sono tutti più responsabili. Ci sono tanti giovani e bisogna migliorare sotto tutti i punti di vista. La differenza la farà quanto in fretta riusciremo a raggiungere un equilibrio mentale per vincere e gestire le partite».

Deluso da Ronaldo? “No, assolutamente. Cristiano ha fatto una sua scelta. Nella vita le cose passano. Alla Juve sono passati Sivori, Platini, Del Piero, Zidane, Buffon, grandissimi campioni e grandissimi allenatori. È una legge di vita. Resta la Juve che è la cosa più importante e la base solida per i risultati. È stato tre anni e ha dato il suo apporto, ora va via e la vita va avanti”.

E sulla stagione appena cominciata: “Stiamo lavorando bene ma dobbiamo fare delle vittorie. Siamo dispiaciuti per non aver vinto a Udinese, sono capitati due imprevisti che non devono capitare più”.

Abbiamo fatto una buona partita, nel secondo tempo abbiamo sbagliato tecnicamente come passaggi. Stiamo lavorando per migliorare la condizione fisica, domani saremo in casa davanti al nostro pubblico con una bella atmosfera”.