Fabio Paratici: “L’anormalità è stata vincere 9 Scudetti consecutivi e non il fatto di lottare un anno per arrivare secondi”

787

Il responsabile dell’area tecnica della Juventus, Fabio Paratici, ha parlato ai microfoni di Sky Sport poco prima dell’inizio del match con l’Atalanta.

In apertura Paratici ribadisce che “l’anormalità è stata vincere 9 Scudetti consecutivi, non il fatto di un anno lottare per arrivare secondi, terzi o quarti. Noi poi giochiamo ogni partita per vincere, ci prepariamo sempre al massimo, quindi l’abbiamo vissuta come le altre volte”.

Si passa poi a parlare del futuro di Ronaldo:
“Per quanto riguarda Cristiano credo che sia non solo un calciatore, non solo un atleta, non solo uno sportivo, ma sia un personaggio a tutto tondo, di più alto livello, di più alto lignaggio, e credo che il suo salario comprenda tante cose che vanno al di à di quello che è solo esclusivamente le reti che fa, come gioca, ma soprattutto per quello che rappresenta per un club che lo tessera, per milioni e milioni di tifosi”, premette Paratici.

“Credo ci siano ricerche che dicono che è la persona più conosciuta nel mondo, da questo ne conseguono tutta una serie di considerazioni, quindi è un discorso a parte, come per pochi personaggi pubblici, non solo sportivi, che ci sono…io li chiamo personaggi planetari che vanno al di fuori di una logica di calcio, di sport, diciamo che stiamo parlando di cose a tutto tondo”.

Su Donnarumma e Calhanoglu: “Le voci ci sono ogni giorno per ogni argomento di mercato. In questo momento noi siamo concentrati su quello che stiamo facendo, siamo molto contenti dei nostri calciatori e non siamo interessati a parlare di altri calciatori in questo momento della stagione”