Cucchi sulla Juve: “Un trofeo l’ha vinto e la Coppa Italia è raggiungibile. Poco? Per altre squadre sono obiettivi stagionali”

132

Il noto giornalista ed ex radiocronista Riccardo Cucchi, sui social ha analizzato l’ultima giornata di campionato, e ha parlato della situazione della Juventus, reduce dalla rovinosa sconfitta in casa contro il Benevento.

In commento di Cucchi: “La Juventus cade fragorosamente. Inevitabili i processi. Preferisco le analisi, personalmente. Dopo 9 anni di vittorie era necessario un rinnovamento. Ma un rinnovamento richiede tempo, oltre che scelte coerenti. La Juventus non ha tempo. Deve vincere, anche durante i processi di trasformazione. Un compito difficile, forse impossibile da portare a termine”.

La fretta non aiuta mai – ha continuato il giornalista -. Troppa fretta nel liquidare Allegri, troppa fretta nel liquidare Sarri, troppa fretta nello scegliere Pirlo. Troppa fretta nell’osannarlo, troppa fretta nel condannarlo. In mezzo, un mercato non all’altezza degli obiettivi. I progetti hanno bisogno di tempo. In questo calcio, che diventa isterico senza risultati, è quasi impossibile progettare.

“Ora credo che la Juventus debba prendersi il suo tempo – ha aggiunto Cucchi -. E comunque un trofeo è stato vinto, la Supercoppa, e uno è raggiungibile: la Coppa Italia. Lo so, sembra poco. Ma ci sono squadre che non vincono da anni e per le quali questi sarebbero obiettivi stagionali“.