Chirico: “Temo che gli arbitri abbiano paura di concedere qualcosa alla Juve”. La risposta di Moggi: “Non è un timore è una certezza”

60

L’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi è stato ospite assieme a Marcello Chirico, nella nuova rubrica ideata da IlBianconero.

I due hanno dato vita ad una serie di ricordato una serie di aneddoti legati a Inter-Juve che si sono poi proiettati anche ai giorni nostri.

Moggi, nel ricordare i torti arbitrali e non solo subiti dalla Juve e volti a favorire l’Inter (“nel 1998 nerazzurri da Serie B con in passaporto falso di Recoba”) tra la fine degli anni novanta e la metà degli anni duemila a cavallo di calciopoli, ha risposto ad una domanda di Chirico:

“Luciano, lasciando da parte calciopoli e traferendoci ai giorni nostri, non ti sembra che quando vediamo la Juventus arbitrata in questa stagione 2020-2021 che gli arbitri abbiano il timore di concedere qualcosa alla Juventus?”, domanda Chirico.

“Mi vengono in mente le parole di Carraro in calciopoli («Mi raccomando non favorite la Juventus»). Sembra che ancora gli arbitri abbiano nella testa le parole di Carraro.

La risposta di Moggi è lapidaria: “Marcello, il tuo non è un timore, è una certezza, perché ricordati una cosa che io ho vissuto: gli arbitri appena sorteggiati quando venivano a Torino, venivano caricati dalla stampa in modo negativo nei confronti della della Juventus e dunque avevano paura ad arbitrare la Juve e anche in quel tempo li non davano nessun vantaggio alla Juve, anzi tutto il contraruio proprio pwer non andare nel mirino dei media.

E adesso si continua in questo contesto. Pensate che era stato benedetto l’ingresso del Var perché qualcuno diceva che così almeno la Juve avrebbe finito di vincere, invece la Juve continua a vincere e il Var ora è sotto inchiesta”, conclude Moggi.