Calciopoli, 14 anni fa l’Inter vinceva lo scudetto di cartone, ma per la Juve e Luciano Moggi gli scudetti sono 37 (quasi 38), non uno in meno!

931

Calciopoli, 14 anni fa, esattamente il 26 luglio 2006, arrivò la sentenza che revocò gli scudetti alla Juventus (quello del 2004-05 e quello del 2005-06) dopo che il giorno prima la società bianconera venne scaraventata in fretta e furia in Serie B, con ben 17 punti di penalizzazione.

Ma non fu tutto. La Juventus fu umiliata con l’assegnazione all’Inter del secondo titolo vinto dai bianconeri sul campo: il cosiddetto “scudetto di cartone”.   Un autentico furto ai danni della Juventus che corrispose ad un regalo per i nerazzurri poi giudicati anch’essi colpevoli come ricordato anche da Luciano Moggi il quale facendosi forte della sentenza della corte d’appello che spiegò come Giacinto Facchetti facesse lobbying con gli arbitri mentre il procuratore federale del tempo Palazzi disse che l’Inter era il club che rischiava più di tutti.

E lo stesso Moggi appellandosi al codice ha sempre spiegato che: “L’Inter era passibile per l’articolo 6 che è illecito sportivo, la Juventus per l’articolo 6 non è mai stata passibile. È bene ricordarlo al signore perché per la Juventus non parla mai nessuno, quindi parlo io. Ci sono intercettazioni in cui Facchetti e Moratti chiedono a un arbitro di far vincere loro la partita, io queste cose non le ho mai fatte”.

Tuttavia, per utilizzare le parole del noto scrittore e tifoso bianconero Giampiero Mughini,Non c’è alcun dubbio che gli scudetti vinti sul campo dalla Juve siano 37 (e da oggi 38 aggiungiamo noi) e non uno di meno. Lo so, lo so, che quella porcata di Calciopoli – ossia una giuria messa in piedi da un ex membro del Consiglio di Amministrazione dell’Inter che assegna lo scudetto alla società nerazzurra, che in quel campionato era finita terza a 14 punti dalla Juve”.