lunedì, 15 Luglio 2024

Roma fuori dalla Coppa Italia, Mourinho : “Irrati al Var ha deciso la partita”

Condividi

spot_imgspot_img

Josè Mourinho ha gridato anche lui al complotto arbitrale dopo l’eliminazione della Roma dalla Coppa Italia per mano della Lazio.


“Siamo entrati bene nella partita, primo tempo dove abbiamo avuto controllo, abbiamo avuto controllo emozionale del gioco che in queste gare è importante. Siamo stati tranquilli, senza nessun tipo di problema tattico, una Lazio che ha sentito il derby”.

Un intervallo duro per noi, perché perdere Dybala è tanto per noi, ho sentito subito che l’avremmo perso, ho sentito subito che perdere Dybala non era solo perdere un giocatore importante, ma perdere anche l’anima, la fiducia, la gente si guardava ed è stata pesante”.

Non abbiamo preso gol per questo, però dopo nello sviluppare il gioco lo abbiamo visto per tutta la scorsa stagione, perdiamo tanto senza Dybala, per noi significa tanto. Prendiamo un gol che in questo tipo di partite chi segna prima è molto importante, sono gare equilibrate”.

Non voglio dire che non sia rigore, voglio dire che è un rigore del calcio moderno ed è peggio di 10-20 anni fa, quell’azione fuori area non è neanche fallo, quell’azione lì dove arriva la pena massima che è il rigore, l’arbitro dice che non è rigore, poi Irrati al VAR che è a Milano o vicino Firenze non lo so, decide lui che è rigore e decide lui un derby, decide un quarto di finale di Coppa Italia. Voglio dire in modo triste che è un rigore da calcio moderno, qualche volta lo abbiamo preso anche noi devo dire, però oggi è difficile essere difensori, sono rigori che decidono le partite. Huijsen è un bambino fantastico che sta nella situazione, dal punto di vista umano, sarà un grandissimo giocatore, ma ha 55’ di Serie A e se giocatori con grandissimi esperienza stanno in questo tipo di situazione, giocando contro gente furba, è difficile. È dura dopo lo 0-1 senza Paulo, abbiamo cercato di fare tutto con tutte le limitazioni che abbiamo, c’è in questo momento e da tempo un problema che siamo molto bravi a mettere i quinti in posizione pericolosa ma non creano niente per noi”.

È successo sempre, anche contro l’Atalanta, stiamo creando tantissimo, la squadra controlla, poi arriva palla ai quinti e un altro un altro un altro ma non esce un cross, una diagonale, un cross al primo palo, sono tutti respinti ed è frustrante”.

Non abbiamo avuto problemi con i rischi, abbiamo creato con Belotti e Lukaku ma non abbiamo segnato. È già successo l’anno scorso con Orsato, anche se da 20’ di tempo extra sappiamo già come finirà il risultato, oggi da 7’ sono stati 9’, ma è uguale perché poi fischia di qua e fischia di là, è intelligente perché protegge se stesso ma non lascia giocare. Penso di aver detto praticamente tutto”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie