domenica, 16 Giugno 2024

Caro Gravina, e meno male che il problema del calcio italiano era la Juventus…

Condividi

spot_imgspot_img

Sulle colonne de IlBianconero viene messa a nudo la FIGC dopo la vicenda legata alle dimissioni del Ct Mancini:

Che finaccia, verrebbe da dire. Chi ieri gonfiava il petto e prometteva punizioni esemplari, giocava con il destino di un club aggiungendo e sottraendo punti in classifica, oggi è ostaggio di De Laurentiis e si fa prendere in giro. Che finaccia, sicuramente meritata”.

“Sì, perché mentre la Figc pensava alle plusvalenze della Juventus, tutto intorno era caos e macerie. I frutti si sono visti quest’estate: dal fallimento Mondiale della nazionale femminile e una ct sconfessata dalle proprie calciatrici fino ad arrivare alle più recenti dimissioni di Roberto Mancini”.

E hai voglia a dire che il calcio italiano è tornato: una pantomima autoassolutorio mentre il baricentro del calcio mondiale si sposta e la penisola a forma di tacco diventa sempre più periferia per giovani che cercano un trampolino di lancio o vecchie glorie alla ricerca di un bel posto dove svernare”.

E adesso l’Italia si trova senza selezionatori per la squadra maschile e femminile. Gravina, pesantemente sconfessato dallo stesso Mancini, si ritrova a raccogliere gli strali di Aurelio De Laurentiis. Ma il problema del calcio italiano, la sua immagine all’estero, la credibilità, era la Juventus, no?”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie