domenica, 19 Maggio 2024

Chirico: “Il rigore negato alla Juventus non lascia dubbi, per Ceferin la Juve non deve vincere l’Europa League”

Condividi

spot_imgspot_img

Un furibondo Marcello Chirico denuncia il torto arbitrale subito dalla Juventus nella semifinale di Europa League contro il Siviglia.

“Rabiot è andato per impattare il pallone e girarlo a rete e il sivigliano Badé lo ha colpito dritto sul polpaccio, incidendogli pure la propria firma con i tacchetti (l’ha mostrata il francese a fine gara)”.

Tutto regolare per l’arbitro tedesco Siebert, così come per i colleghi al Var, che l’episodio l’hanno guardato e riguardato ma non hanno individuato nulla di rilevante per invitare il direttore di gara a rivedersi l’episodio alla on field review a bordo campo e assegnare il rigore alla Juventus”.

Chirico tuona: “un fallo del genere, così chiaro ed evidente, induce a pensare male. E cioè, che a Nyon non amino la Juventus. Anche se il vecchio, e ostile, cda agnelliano è stato azzerato”.

“L’impressione è che il non avere ancora abiurato pubblicamente e in modo definitivo alla Superlega ponga ancora il club nel mirino del presidente Ceferin, il primo probabilmente a disturbarsi nel caso in cui la Juventus dovesse vincere per davvero l’Europa League”.

Onde scongiurare questa possibilità (che potrebbe imbarazzare la UEFA, chiamata a decidere eventuali sanzioni), meglio impedirle quindi di arrivare a Budapest.

Infine l’affondo del giornalista di fede bianconera: “Allegri non ha protestato, ma dall’esterno l’impressione fortissima resta comunque questa. Altrimenti non si spiegano tutte le discutibili decisioni prese fin qui dalle quaterne arbitrali UEFA (+ Var) nel cammino juventino in Europa League. Conseguenze di una non improbabile direttiva dall’alto, ma anche figlie di quanto sta accadendo in Italia con la giustizia sportiva”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie