spot_img
spot_img
venerdì, 2 Dicembre 2022

Bonucci: “Allegri sta facendo capire cosa significhi indossare la maglia della Juve. Tanti nuovi, stiamo lavorando sul DNA”

Condividi

La Juve stasera ritrova capitan Bonucci in occasione dell’atteso esordio in Champions League contro il Paris Saint Germain. Ed è proprio Leonardo Bonucci a parlare in conferenza stampa in vista della prima sfida stagionale di Champions.

“Il passaggio del turno ce lo giochiamo con il Benfica aveva dichiarato Allegri poco prima, una dichiarazione che ha sorpreso molti, ma non il capitano bianconero: Sorrido perché un po’ tutti noi conosciamo il mister e quanto le sue dichiarazioni siano orientate a attenuare la tensione per questa partita. In questi giorni l’abbiamo preparata come una partita importante. Il passaggio del turno ce lo giochiamo con il Benfica, ma ci giochiamo questa partita, che sono sicuro sarà una grande sfida in un grande stadio contro grandi campioni”.

“Abbiamo tanti nuovi giocatori quest’anno, far ritrovare la mentalità del DNA Juve non è così facile e veloce – ha continuato Bonucci, parlando dell’operato di Allegri. Il mister sta facendo un grande lavoro per farci capire cosa vuol dire essere la Juventus. Anche a noi piacerebbe fare partite solo all’attacco e creare 10 occasioni da gol, ma non può essere sempre così, ci sono partite in cui bisogna star lì e battagliare. Stiamo facendo qualcosa di diverso rispetto al passato, non sempre si vede in campo, ma ho grande fiducia in questa squadra“.

Non avere Angel Di Maria per noi è una perdita importante – ha continuato Bonucci. Per la qualità, il livello, l’entusiasmo e l’esperienza che ha portato in spogliatoio. Paredes è arrivato da poco ma si vede che ha personalità, esperienza. Sono acquisti e giocatori che alzano il livello del gruppo e fanno bene”. Pogba? “L’ho visto molto concentrato sul recupero, poi c’è stato questo problema e questo intoppo, ma lo aspettiamo al più presto in campo”.

Un breve commento sui giovani: “Alla Juve ce ne sono tanti, se sono qui è perché meritano di starci e giocare. Miretti è cresciuto nella Juve e sa bene cosa sia, si è sempre fatto trovare pronto“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie