domenica, 2 Ottobre 2022

Il vice-campione del mondo Apolloni: “Disfatta Italia colpa di Calciopoli e moggiopoli. Mie espulsioni per colpa di Moggi”

Condividi

Nel corso del programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, “1 Football Club”, è intervenuto l’ex calciatore del Parma e vice-campione del mondo con la Nazionale ai Mondiali di Usa ’94 Luigi Apolloni.

Ecco come ha commentato la situazione attuale del calcio italiano alla luce della disfatta degli azzurri contro la Macedonia che è costata l’eliminazione dalla fase finali dei mondiali:

Rispetto ai miei tempi è cambiato tanto. Le regole, la progettualità delle società e soprattutto l’arrivo di tantissimi stranieri nelle nostre squadre. Quando giocavo io gli stranieri che arrivavano erano dei campioni che davano una mano anche nella crescita dei giocatori nostrani, ora purtroppo non è così. In questo momento tanti calciatori italiani non hanno esperienza europea, questo è un altro grande problema”.

Secondo Apolloni “bisognerebbe tornare un bel pò indietro. Io credo che tanto, se non tutto, parta dal 2006 dai tempi di calciopoli e moggiopoli dove grazie al Mondiale vinto, i problemi che avevamo finirono sotto al tappeto”.

“Da allora ad oggi, c’è stata la grande cavalcata europea della scorsa estate, per il resto le cose sono rimaste immutate. Non ce l’ho con gli stranieri sia chiaro, ai miei tempi però ogni squadra ne poteva schierare solo tre”.

Tornando a calciopoli l’ex parma giustifica i suoi errori scaricando le colpe a Moggi: “Quando ero al Parma si percepiva che quando giocavi contro le grandi squadre di solito gli arbitri avevano un occhio di riguardo per loro. Ma mai avremmo immaginato ciò che poi è uscito fuori con calciopoli. Col senno di poi, ad esempio, nella mia ultima stagione con la maglia del Verona, ho ricevuto 5 espulsioni, 3 delle quali ingiuste, e sono convinto che c’entri Calciopoli”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie