mercoledì, 22 Maggio 2024

Juve, Xavier Jacobelli ai lettori: “Date un occhiata a questo e poi capirete molte cose”

Condividi

spot_imgspot_img

Il direttore di Tuttosport, Xavier Jacobelli, ha commentato la giornata di campionato appena conclusa.

Ecco uno stralcio del suo intervento, relativamente alla parte in cui si parla di Juve:

Jacobelli parte con una sentenza: “È emerso chiaramente in calce alla sofferta quanto provvidenziale vittoria sui viola l’insostituibilità di quattro bianconeri sullo scacchiere del tecnico livornese. Essi sono; de Ligt, Locatelli, Chiesa e Cuadrado, ancora una volta decisivo”.

Come tanti tifosi bianconeri, anche il pensiero del direttore di Tuttosport è andato a quella “prodezza del 31 ottobre 2015, quando, all’ultimo respiro del derby con il Toro, la rete di Cuadrado segnò l’inizio della clamorosa rimonta allegriana culminata nello scudetto”.

Sei anni più tardi, “la situazione e il distacco rispetto alla testa della classifica sono decisamente diverse, eppure, se Allegri punta a trovare finalmente l’identità di squadra che va cercando dall’inizio della stagione, non può prescindere dal Golden Boy olandese, dai due azzurri e dal poliedrico veterano sudamericano, 33 anni, 235 partite e 21 gol nella Juve, 106 presenze e 10 gol nella nazionale dei Cafeteros”.

In merito al distacco della Juve dalla vetta, Jacobelli fa notare che “gli ex campioni d’Italia hanno perso 11 punti contro Udinese, Empoli, Sassuolo e Verona”.

Da qui l’invito del giornalista: “Date un’occhiata alla classifica e scoprite dove sarebbe ora la Juve con quegli 11 punti in più. E contate quante volte de Ligt, Locatelli, Chiesa e Cuadrado abbiano giocato tutti insieme. Poi capite molte cose”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie