venerdì, 3 Dicembre 2021

Allegri stuzzicato sul ritiro: “Io sono l’allenatore, non faccio mica il cane da guardia. Siamo andati lì ieri mattina, anziché nel pomeriggio come facciamo sempre”

Condividi

È un Massimiliano Allegri decisamente soddisfatto quello che si presenta ai microfoni di Mediaset dopo la vittoria per 4 a 2 contro lo Zenit.

“Stasera abbiamo giocato bene tecnicamente, con grande intensità, poi negli ultimi cinque minuti il gol era nell’aria e l’abbiamo preso. Non è questione di distrazioni, ma se vai in contropiede e cerchi di fare il quinto gol non puoi mettere a rischio il risultato perchè poi è sempre brutto, devi finire con la palla tra i piedi”, le prime parole del tecnico della Juventus.

Da studio Massimo Mauro stuzzica Allegri sul ritiro. La risposta di Max è glaciale:
“Io sono l’allenatore, non faccio mica il cane da guardia. Siamo andati lì ieri mattina, anzichè nel pomeriggio come al solito”.

Abbiamo fatto un buon allenamento: domani darò ai ragazzi un giorno libero, ma giovedì mattina recuperiamo perché stasera c’è stato un grande dispendio di energie e quella con la Fiorentina sarà una partita difficile”.

Parole al miele di Allegri su Dybala: “Ha fatto una partita eccelsa, ma tutta la squadra ha giocato bene. Dobbiamo annullare i cinque minuti finali, sono quelli in cui abbiamo preso gol con Sassuolo, Empoli, Udinese, tutte situazioni in cui abbassiamo l’attenzione. La squadra ha tecnica, stanno crescendo tutti”.

Allegri rimarca che è stato “raggiunto il primo obiettivo stagionale e non era semplice. Quella di sabato sarà una partita importante, ma non più di questa: loro sono una buona squadra, spensierata, con un bravo allenatore. Stasera ho fatto i complimenti ai ragazzi, ma ho anche detto loro che dobbiamo migliorare negli ultimi cinque minuti”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie