mercoledì, 27 Ottobre 2021

Champions League: come se la passano le avversarie della Juve in patria

Condividi

L’inizio di campionato non è stato certo dei migliori per la Juventus, che si è ritrovata dopo le prime giornate addirittura nei bassifondi della classifica e con un gioco tutt’altro che entusiasmante. L’addio di Cristiano Ronaldo ha certamente influito, ma non è l’unica scusante per mister Allegri, che sta trovando molte più difficoltà di quanto previsto anche per via di una rosa che non è stata rinforzata adeguatamente dopo un’annata, quella 2020/21, fatta di luci e ombre.

Il timore dei tifosi è che gli obiettivi possano essere nettamente ridimensionati rispetto alle attese iniziali, non solo in campionato ma anche in Champions League, competizione in cui il livello inevitabilmente sale e che, al momento, i bianconeri sembrano dover affrontare con poche alternative di spessore ai titolari.

Il girone che vede impegnata la Juventus è sulla carta abbordabile, ma può essere molto interessante, per tastare il polso delle reali possibilità della squadra, andare a vedere come se la passano nei rispettivi campionati nazionali le tre avversarie dirette, ossia Chelsea, Zenit San Pietroburgo e Malmoe.

Chelsea: i londinesi fanno tremare le concorrenti

Forte della vittoria della scorsa edizione della Champions League e dell’ultima Supercoppa UEFA, il Chelsea guidato dal tedesco Thomas Tuchel parte come una delle principali favorite del torneo, sia secondo i siti dotati di licenza italiana AAMS che per i portali di betting non AAMS, cioè abilitati a operare con licenza internazionale e dunque perfettamente validi e legali anche per gli scommettitori italiani.

Con l’arrivo di Lukaku e le conferme di campioni come Kanté e Jorginho, il Chelsea punta fortemente a riconfermarsi in Champions e, al tempo stesso, a strappare la Premier League ai detentori del Manchester City. L’avvio in campionato è assolutamente positivo tant’è che i blues si ritrovano già da ora in testa in compagnia di Liverpool, Everton e delle due squadre di Manchester. Sulla classifica pesa la sconfitta casalinga proprio con il City, ma il Chelsea sembra avere tutte le carte in regola per superare la ricca concorrenza.

Zenit San Pietroburgo a caccia del quarto titolo consecutivo

Nelle ultime tre stagioni, il campionato russo è stato dominato dallo Zenit San Pietroburgo, che ha così portato a 7 i suoi scudetti totali. L’obiettivo per questa stagione non può dunque che essere quello di riconfermarsi e, magari, di andare più avanti possibile in Champions League.

Se la competizione europea è iniziata con una sconfitta a Londra, per i tifosi continuano a non mancare le soddisfazioni in patria: lo Zenit è infatti già saldamente in testa, seguito da Lokomotiv Mosca, Dinamo Mosca e Sochi, e con il contatore delle sconfitte fermo a 0. Salvo sorprese, la squadra guidata da Semak sembra dunque destinata a non soffrire particolarmente in campionato.

Malmö alla rincorsa del primo posto

A chiudere il girone H di Champions è il Malmoe, squadra detentrice dell’Allsvenskan oltre che la più titolata nella storia del torneo (con 21 scudetti complessivi). L’undici guidato da Jon Dahl Tomasson, vecchia conoscenza del campionato italiano, è in piena lotta per il titolo a sole tre lunghezze da Djurgarden e AIK e con il miglior attacco del campionato. I biancoazzurri non sembrano poter impensierire le rivali europee, ma in Svezia continuano a essere una delle principali pretendenti alla vittoria finale.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie