mercoledì, 27 Ottobre 2021

Superlega, parla l’Avv. Dupont: “Club minacciati e insultati. Ecco perché vinceremo contro il monopolio della Uefa”

Condividi

Gli avvocati che agiscono in nome e per conto della Superlega  affermano di essere sicuri di sconfiggere la UEFA di fronte alla Corte di Giustizia europea.

A riferirlo è il media Off The Pitch, secondo cui i legali spiegano che la causa contro la UEFA promossa grazie a Barcellona, ​​Real Madrid e Juventus,  poggia su solide basi.

L’avvocato Jean-Louis Dupont, (colui per intenderci che sta riesumando il caso Calciopoli con il ricorso di Giraudo dinnanzi alla Corte Europea per i diritti dell’uomo) dello studio legale spagnolo Roca Junyent, che insieme a Martin Hissel di Elegis e Clifford Chance Madrid, rappresenta la Superlega, ha infatti dichiarato:

Sembrava essere allarmato dalle minacce pubbliche fatte da Ceferin e da altri dirigenti UEFA. Emettere un’ingiunzione così rapidamente normalmente significa che il giudice ritiene che il merito della causa sia buono e che la probabilità di un danno irreparabile a breve termine sia alta. I giudici sono normalmente piuttosto attenti con le ingiunzioni, specialmente in casi di alto profilo come questo, poiché non vogliono commettere errori”.

E ancora a spiegato il legale:

Le questioni sollevate alla Corte di Giustizia europea dalla Corte spagnola non riguardano la Superlega, ma piuttosto la posizione monopolistica della UEFA. È possibile per la UEFA, un’associazione svizzera privata, operare come unico regolatore per il 100% delle competizioni internazionali? È legale ai sensi del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea? È molto probabile che le risposte a tutte le domande siano sì o no, non ci sarà un ‘forse'”.

Mostra altrettanta sicurezza anche l’altro avvocato, Martin Hissel, che ha posto in evidenza come i club che hanno aderito alla Superlega lo hanno fatto con lo spirito di coinvolgere la UEFA e la FIFA:

“Non è mai stato un campionato separatista come descritto dai media”. L’avvocato descrive Mentre la reazione della Uefa, come “tipica di un monopolista, pieno di minacce, senza riguardo allo stato di diritto”.

La UEFA, inoltre, secondo il parere legale sta offuscando le questione dipingendola come “una guerra civile tra i tre club e il resto del mondo. I club sono costantemente minacciati e temono il monopolio UEFA. La realtà è che non c’è guerra civile.

“Molti club in Europa sono contenti del fatto che questi tre club siano la voce delle loro frustrazioni e abbiano la forza di combattere il caso fino alla sua conclusione nonostante gli atti, le minacce e gli insulti della UEFA”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie