Sconcerti: “Può la Juve rinunciare a Ronaldo? Ha segnato oltre 100 gol in 3 stagioni. Sta bene dov’è”

191

Il giornalista Mario Sconcerti, nel suo editoriale per calciomercato.com ha commentato le voci di un possibile addio di Cristiano Ronaldo alla Juventus, al termine della stagione.

Il parere del giornalista:

Può la Juve rinunciare a Ronaldo come molti le consigliano? Il mio parere è no. Ronaldo è la sua unica vera forza offensiva e non delude mai. Ha segnato oltre 100 gol in tre stagioni, non è sostituibile. Non è nemmeno un giocatore facile, ma sul campo è decisivo. Per sostituirlo devi cambiare l’intera costruzione della squadra. Togliere lui e mettere chiunque altro, non basterebbe mai”.

Il problema non è lui, ha aggiunto il giornalista, che ha poi proseguito: “Sta nella crescita dei giovani. Chiesa e Kulusevski sono costati cento milioni di cartellino. La risposta non è stata eccezionale. Chiesa ha segnato 8 reti, 2 meno di un anno fa. Ha avuto un rendimento poco omogeno, alcune grandi partite, altri momenti di scomparsa. Otto reti sono poche in genere, sono quelle segnate da Lapadula, sono uno meno di Politano, tre meno di Lozano, la metà di Berardi. Difficile attribuirgli una crescita vera. Stessa cosa per Kulusevski. Vale 4 reti, come Gyasi dello Spezia e Ounas del Crotone. E un’idea di confusione che il suo livello non faceva prevedere”

Il problema è la mancanza un numero 10 alla De Paul che metta ordine tra Bentancur e Rabiot e porti fantasia agli attaccanti. Ronaldo sta bene dov’è, ha concluso Sconcerti.