Juve, Bargiggia: “Elkann ha ordinato ad Agnelli di cederlo”

1184

L’ex giornalista di Mediaset Paolo Bargiggia parla sul proprio blog di alcune vicende che starebbero covando in casa Juve dopo il terremoto (mediatico) scatenatosi sulla Superlega:

La proprietà del club, ovvero Exor nella persona del suo presidente John Elkann ha chiesto al presidente juventino di cedere Ronaldo a fine stagione...la Juve è prigioniera del suo attaccante e delle sue scelte ambiziose”, la prima sentenza di Bargiggia.

E poi del fatto che a meno di 28-30 milioni non si può cedere altrimenti genera una plusvalenza. I contatti con il suo agente sono continui, ma recentemente è naufragato il progetto di un suo ritorno al Real Madrid come aveva spiegato Florentino Perez. Adesso c’è ancora allo studio l’ipotesi Manchester United”, rivela ancora il giornalista.

Bargiggia riferisce che dall’eliminazione dalla Champions contro il Porto, al caos Superlega, terminando col caso Suarez, è chiaro che la Juve non ha più il controllo della situazione: “Sarebbe giusto aspettarsi che in questo momento i fuoriclasse come Ronaldo facciano la differenza; purtroppo, invece, i suoi mal di pancia stanno creando problemi”.

Sempre su Ronaldo, l’ex giornalista Mediaset rivela “Che qualcosa non andava lo si era capito già da quando si nascondeva dalle telecamere pre e post partita, decidendo di parlare solo sui social; tra l’altro con post con la maglia del Portogallo e non del suo club. Il suo egoismo in campo ha poi danneggiato la squadra non facendola crescere e creando un problema in cui, se il portoghese gioca male, tutta la squadra ne risente in quanto il gioco è incentrato proprio su di lui”.

In definitiva: “E’ chiaro che, in caso di mancata qualificazione alla Champions, il Progetto Juve va rivisto totalmente in tutti i suoi aspetti; possibilmente, Ronaldo permettendo, passando proprio dal portoghese. E dai suoi capricci di campione viziato”.