Bucchioni: “Se Agnelli conferma Pirlo, pensa ad un sostegno per farlo sbagliare meno e aiutarlo a crescere: Marcello Lippi”

379

Nel suo editoriale per TMW il giornalista Enzo Bucchioni ha parlato della situazione di Andrea Pirlo, reduce da una stagione decisamente anomala per la Juventus, sotto tutti i punti di vista, primo fra tutti per il magro bottino di punti finora incassato, che attualmente la posiziona soltanto terza in classifica.

“I prossimi due mesi saranno decisivi anche per Pirlo – ha commentato Bucchioni -. La vittoria sul Napoli e soprattutto la reazione caratteriale della squadra, hanno fatto tornare nel cassetto l’ipotesi di un esonero immediato che sarebbe scattato in caso di un’altra brutta sconfitta. Ora la Champions è tornata a portata di mano e la conquista di un posto nell’Europa che conta e magari la Coppa Italia, alla fine potrebbero salvare la panchina a Pirlo. Una decisione non è ancora stata presa, Agnelli sta semplicemente ragionando.

Bucchioni ha aggiunto: “Nell’incontro pasquale con Allegri, secondo indiscrezioni, il presidente bianconero si è sentito ripetere la solita richiesta: posso tornare se va via Paratici. Allegri non ha dimenticato e non ha intenzione di dimenticare quello che è successo ed ha portato al suo addio di due anni fa. E allora, che fare? C’è sempre anche Zidane in stand-by. Il francese deve dare una risposta, anche lui sta cercando di capire come finirà la stagione e se Florentino Perez vincerà le elezioni o meno per la presidenza del Real. L’opzione Juve è sul tavolo“.

“Ma se poi alla fine Agnelli optasse per la conferma di Pirlo, è chiaro che il giovane allenatore avrà bisogno di un sostegno per farlo sbagliare meno e aiutarlo a crescere. Ecco quindi la figura di Marcello Lippi direttore dell’area tecnica che è un’altra opzione sul tavolo presidenziale. Come si vede, più o meno come sempre, saranno i risultati a orientare le scelte finali. Pirlo salterebbe di sicuro soltanto se non dovesse conquistare la Champions, per il resto tutto può accadere”.