Juve-Fiorentina, Zazzaroni: “Nedved aveva ragione ad essere incavolato”

599

La sconfitta contro la Fiorentina ha portato grande nervosismo tra i bianconeri, anche a causa degli evidenti errori da parte dell’arbitro La Penna nella sua direzione di gara.

Errori che hanno scatenato la rabbia del vicepresidente bianconero Pavel Nedved, che ha lasciato il campo in segno di protesta contro l’arbitro La Penna.

A commentare lo scatto d’ira di Nedved, Ivan Zazzaroni su il Corriere dello Sport:

“Il mondo si è rovesciato addosso ai campioni in carica, e Nedved ha abbandonato la tribuna dell’Allianz prima della fine ripetendo “è un furto, è un furto”.
Per Pirlo non sarà un Natale dei più sereni: 24 punti sono pochi, soprattutto in considerazione del fatto che sono il prodotto di sei vittorie, sei pareggi e, appunto, della sconfitta con la Fiorentina di Prandelli. Un percorso insoddisfacente, roba da mandare all’aria il primo obiettivo”.

Ai microfoni di Radio Punto Nuovo, Zazzaroni ha aggiunto:

Nedved ce l’aveva qualche ragione per essere incavolato.
Non credo che la sentenza abbia condizionato la partita, ma l’inizio della partita è stato tragico. I giocatori in questo momento sono impresentabili“.