Caso Suarez: La risposta della Juve agli azionisti

148

In merito al caso Suarez (esame per ottenere la cittadinanza italiana), la Juventus ha risposto all’azionista Marco Bava:

“La Juventus non ha organizzato l’esame di Luis Suarez. Non sussiste nessun rischio di responsabilità per la società che è del tutto estranea alla vicenda dell’esame, che il giocatore ha deciso di affrontare nonostante la Juventus avesse già comunicato a lui e pubblicamente la volontà di non tesserarlo”.

“Cherubini il primo a contattare l’Università per stranieri? C’è un indagine in corso e vige il segreto istruttorio” riferisce il Sole 24 Ore che ha appunto riportato la replica della società in merito all’esame dell’ex giocatore del Barcellona.

E ancora: Non c’è alcun coinvolgimento da parte dei funzionari della società. Gli avvocati della Juve sono stati ascoltati in qualità di testimoni dal procuratore di Perugia e hanno chiarito la completa estraneità di Juventus rispetto alla vicenda dell’esame”, ribadisce la Juventus.