Zaccone, l’Avvocato di calciopoli che accettò la Juve in B ammette: “Sempre stato granata”

68

Calciopoli continua a far parlare, anche a distanza di quasi 15 anni.

Stavolta colpiscono le dichiarazioni fatte da Cesare Zaccone, l’avvocato penalista che difese la Juventus al processo su Calciopoli conclusosi con la retrocessione in Serie B della società bianconera con annessa penalizzazione.

Restano scolpite le parole allora proferite proprio dall’avvocato: “non ci può andare meglio di così” – disse Zaccone

Fu proprio lui a suggerire il patteggiamento. E proprio l’avvocato è stato intervistato dall’edizione torinese di Repubblica alla quale ha confessato il suo tifo per i granata:

“Con il cuore sono per il Torino e per interesse sono per la Juve. Mi hanno chiamato dalla Juve e mi hanno pagato bene. Cosa avrei dovuto fare?”, ha raccontato Zaccone.

E ancora: “Io andavo a vedere il Grande Torino. E sono stato legato alla squadra anche per via del presidente Orfeo Pianelli che ho assistito per tutta la vita”.