Balzarini: “Non mi risulta ci sia stato un vertice in cui abbiano parlato del futuro di Sarri”

60

Il giornalista di SportMediaset, Gianni Balzarini, ai microfoni di Stile Juventus in onda su Radio Bianconera, ha commentato la situazione della Juventus a 5 giornate dal termine del campionato.

Le parole di Balzarini:

“Ci sono 5 giornate da giocare e la Juventus ha 6 punti di vantaggio sulla seconda in classifica che è l’Inter, che non ha un calendario così facile, all’ultima giornata ha l’Atalanta e alla prossima avrà la Roma.

Juventus e Inter hanno un calendario più o meno simile, adesso in un certo senso ricomincia un campionato che sembrava finito. È una guerra anche di nervi.

Ci sono comunque 6 punti. Mantenendo questo vantaggio per 3 partite lo scudetto sarebbe vinto, perché la Juventus ha gli scontri diretti a favore.

Come avrebbe detto Allegri, nell’ippica vince chi mette il muso davanti alla fine e così nel calcio: vince chi arriva primo, a prescindere dal fatto che le rivali possano aver mollato.

Sicuramente in questa Juve manca una componente caratteriale e mi fa strano sentire un allenatore che dice che non sa da cosa dipenda.

Il vertice? A me non risulta che ci sia stato un vertice da chiamare con questo nome. È evidente che si parlano, ogni giorno si confrontano, ma non mi risulta ci sia stato un vertice in cui abbiano parlato del futuro di Sarri. Trattandosi di Juve, poi, qualunque cosa viene amplificata”.