martedì, 5 Marzo 2024

Allegri: “Alcaraz Pronto per giocare dall’inizio? No”

Condividi

Conferenza di Allegri prima di Juve-Udinese:

“Il gruppo ha lavorato bene come tutte le settimane. Domani bisogna tornare alla vittoria, nelle ultime due un punto contro una squadra che per il valore della squadra e per le partite che ha giocato non merita la classifica che ha. Ha perso molte gare nel finale di partita. Squadra fisica, ha buoni giocatori. Thuavin, Samardzic: hanno dribbling, tiro. Lucca è cresciuto molto”.

“Sono soddisfatto di raggiungere Lippi. Domani raggiungo Marcello Lippi che ha fatto la storia del calcio italiano, della Juventus. Sono legato in modo affettivo, è straordinario e sono contento. Domani abbiamo una partita importante da vincere, la mia 405a panchina passa in secondo piano”.

Sul futuro: “Vediamo di finire la stagione nel migliore dei modi, ho un anno di contratto. Noi dipendiamo sempre dai risultati e dal lavoro che svolgiamo”.

Alcaraz Pronto per giocare dall’inizio? No, è qui da una settimana, buone qualità e potenzialità per migliorare. Dare giudizi è difficile, si è messo a disposizione e tornerà utile da qui a fine stagione”.

Sull’Inter: “Che era la favorita non bisognava aspettare la partita con la Roma. Fatti 53 punti, dobbiamo tornare alla vittoria domani è importante, ci allontaniamo in modo importante dal quinto posto. Nel calcio non si sa mai. Si tornerebbe alla vittoria ed è importante e torneremmo a -4 dall’Inter. Facciamo il nostro percorso, l’Inter sta facendo cose straordinarie. Credo abbia giocate 7 partite nel 2024 e le ha vinte tutte. Un passo alla volta, domani cerchiamo di tornare alla vittoria”.

“Situazione diversa rispetto al Napoli e noi nel 2018. Mancano tante partite alla fine del campionato. Siamo in una posizione diversa. Non è che domani andiamo in campo demotivati. Anzi: bisogna essere più motivati. Dobbiamo tornare alla vittoria, obiettivo principale, così da tornare a -4 dall’Inter e allontanarci dal quinto posto. L’obiettivo è tornare a giocare la Champions, domani non dico che è decisiva ma è molto importante”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie