lunedì, 4 Marzo 2024

Cerruti: “Grazie al calendario, Scudetto Juve possibile: se davvero si presentasse a San Siro con un punto di vantaggio sull’Inter…”

Condividi

Il giornalista Alberto Cerruti, sulle colonne di CM.com prova a spiegare perché la rimonta scudetto da parte della Juve è possibile:

Prove di rimonta, se non proprio da scudetto. In ogni caso tanta voglia di mettere pressione all’Inter. E’ questo lo slogan inconfessato che accompagna l’avvio della Juventus nel nuovo anno.

E’ vero che i bianconeri hanno affrontato e battuto la Salernitana negli ottavi di coppa Italia, “ma anche se Max Allegri punta a vincere questo trofeo, l’incontro più importante con la squadra del fratello di Simone Inzaghi sarà quello di domenica in campionato, tra l’altro in trasferta e non più in casa. Un giorno dopo l’Inter, che sabato riceverà il Verona, la Juventus cercherà di aprire il 2024 come ha chiuso il 2023, con un’altra vittoria dopo quella ottenuta di “corto muso” contro la Roma. Soltanto così, infatti, potrà coltivare la pazza idea di arrivare allo scontro diretto con l’Inter, la sera del 4 febbraio, guardandola dall’alto in basso. 

“Premesso che il calendario è una trappola nella quale spesso cadono tutti i pronostici basati sulla forza e la classifica degli avversari, con il facile giochino dei “se” e nel pieno rispetto della “par condicio”, proviamo a immaginare come potrebbe arrivare la Juventus alla prova verità del 4 febbraio a San Siro“. 

Scampato il rischio del provvisorio “meno 7”, che sarebbe stato un record quest’anno se l’Inter avesse battuto il Genoa venerdì scorso, poi diventato “meno 2” la sera successiva quando Rabiot ha regalato i tre punti contro la squadra di Mourinho, l’ultimo fine settimana dell’anno ha confermato che la Juventus è più che mai in corsa per lo scudetto vero, non soltanto per quello d’inverno negato ai nerazzurri”.

E allora occhio al teorico vantaggio della squadra di Allegri in questo primo mese del 2024 in cui l’Inter giocherà una partita in meno perché impegnata nella Supercoppa. Lautaro e compagni, infatti, sabato riceveranno il Verona, poi andranno a Monza e dopo la parentesi araba, con una o due partite in caso di finale, saranno in campo a Firenze, saltando la gara interna con l’Atalanta rinviata al 28 febbraio. I bianconeri, invece, dopo la prossima trasferta a Salerno, ospiteranno il Sassuolo, quindi andranno a Lecce e infine giocheranno in casa contro l’Empoli. Ciò significa che in caso di quattro successi della Juventus e di tre dell’Inter, il “meno 2” di oggi si trasformerebbe in un nuovo “più 1” per la squadra di Allegri alla vigilia dello scontro diretto.

Ci rendiamo conto che si tratta di pure ipotesi, ma siccome questa Juventus si è già divertita a sorprendere tutti, non si può più escludere nulla e quindi se davvero si presentasse a San Siro con un punto di vantaggio sull’Inter metterebbe ulteriore pressione alla squadra di Inzaghi, che a quel punto non si potrebbe accontentare di un altro pareggio come all’andata a Torino. Ecco perché la Juventus può e deve sfruttare questo assist del calendario. In attJuveesa di sapere quanto andranno avanti in coppa Italia i bianconeri e quanto andranno avanti in Champions i nerazzurri. Anche se mai come quest’anno lo scudetto, per entrambe, è più importante di tutto il resto.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie