sabato, 13 Aprile 2024

VAR: due pesi, due misure. A Torino si cerca per 5 minuti di annullare il gol della Juve. A Genova al Milan convalidato gol “di mani” in 30 secondi

Condividi

spot_imgspot_img

I tifosi della Juventus sanno che ogni gol segnato scatena l‘analisi dettagliata del VAR per individuare eventuali irregolarità.

Tuttavia, è stato veramente strano ciò che è accaduto durante il gol di Gatti nel secondo tempo del Derby. Ma per capire appieno, facciamo un passo indietro al primo tempo, quando anche Kean aveva segnato un gol, ma dopo la sua esuberante esultanza, è sopraggiunta una doccia fredda. Il VAR aveva rilevato un suo fuorigioco di testa e di spalla.

Così il primo tempo si è concluso con uno 0-0 sul tabellino. Nella seconda metà del gioco, Milik è entrato in campo, e la partita ha subito una svolta. Durante un calcio d’angolo, è scoppiata una mischia furiosa in area di rigore, e dopo il primo tentativo di Kean, Gatti ha trafitto il muro di giocatori granata sulla linea di porta.

Ma prima che si potesse iniziare a festeggiare, l’assistente dell’arbitro ha segnalato un fuorigioco, e l’arbitro ha annullato il gol. I commentatori televisivi erano molto perplessi, poiché al rivedere l’azione non sembrava esserci alcun giocatore bianconero in posizione di fuorigioco.

Così è iniziata una lunga revisione da parte del VAR per cercare qualsiasi elemento che potesse giustificare l’annullamento del gol precedentemente negato. I minuti passavano, ma alla fine il VAR ha dovuto arrendersi, e l’arbitro ha fatto marcia indietro, assegnando il gol alla Juventus.

E intanto a Genova il gol di mani di Pulisic che ha regalato la vittoria al Milan  per il Var è considerato petto e viene convalidato in 30 secondi.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie