domenica, 19 Maggio 2024

Allegri carico dopo la vittoria della Juve sulla Lazio: “Dobbiamo correre ed essere più arrabbiati degli altri”

Condividi

spot_imgspot_img

Massimiliano Allegri ha parlato al termine della gara vinta dalla Juventus contro la Lazio. TuttoJuve.com ha seguito l’evento in diretta:

“Una buona partita contro un’ottima squadra. Era importante vincere la prima partita casa. I tifosi sono stati bravi ad aiutarci quando la Lazio aveva il pallino del gioco in mano. Bisogna pensare a lavorare giorno dopo giorno e non a grandi cose, il nostro obiettivo resta quello di rientrare tra le prime quattro”.

I tifosi ci hanno dato una bella spinta. Noi siamo una squadra che ha bisogno del sostegno dei tifosi. Vincere oggi era importante, perchè per noi era uno scontro diretto. Dispiace per il gol preso, ma abbiamo avuto l’opportunità di vedere come reagiva la squadra a quel gol e siamo stati bravi”.

La chiave della partita?

Tutta la squadra sta bene, c’è chi era in ottima condizioni e chi invece è un po’ in ritardo. Però era importane ottenere la vittoria, abbiamo avuto occasioni ma la squadra voleva fortemente la vittoria. Fatta una buona partita con e senza palla”.

E, sulla coppia Vlahovic-Chiesa?

Devono migliorare tutti. Sono contento perchè è difficile fare la formazione, Milik e Kean sono entrati bene, Fagioli ha fatto un buon secondo tempo. Dobbiamo mantenere questo spirito e questa voglia di arrivare. Per farlo serve correre più degli altri ed essere più arrabbiati dei nostri avversari”.

Su Vlahovic?

Non ho pensato niente, perchè Vlahovic è sempre stato un giocatore della Juventus come Chiesa. Come tutti i calciatori che ho a disposizione. Quest’anno la Juventus ha fatto un mercato diverso, abbiamo fatto valutazioni con la società, Giuntoli e Manna, sul valore della squadra. Che può migliorare molto e può crescere”.

La rabbia sta trasformando questa Juventus?

Il calcio è fatto molto di empatia. La squadra, lo scorso anno, aveva fatto 72 punti in un anno difficile. Ora siamo ripartiti e abbiamo tempo per lavorare, ci dispiace non giocare le coppe, ma ora bisogna essere bravi a tornare a giocare la Champions. Vlahovic, lo scorso anno, ha avuto problemi di pubalgia, Chiesa era normale che avesse alti e bassi. Bastava vedere le gambe quando si è ripresentato il 10 luglio in ritiro. Cambiaso può migliorare, Weah uguale. McKennie è un giocatore che se mantiene la costanza è utile, bravo, ha gol nelle gambe. Tutti stanno crescendo. Pensiamo a lavorare e a fare il meglio possibile”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie