martedì, 27 Febbraio 2024

Giuntoli: “Siamo molto contenti, in un anno la Juve ha fatto un buon cambiamento, abbassando l’età media e inserendo giocatori validi”

Condividi

Cristiano Giuntoli, neo direttore operativo della Juventus ha parlato a Sky Sport prima di Empoli-Juve:

Noi siamo molto contenti, in un anno la Juve ha fatto un buon cambiamento, abbassando l’età media e inserendo giocatori validi come Cambiaso, ritrovato Milik, stiamo recuperando anche Pogba. Stiamo facendo cose importanti oltre al bilancio, siamo fiduciosi per fare il massimo in campionato”.

Sul mercato: “Abbiamo fatto due operazioni importanti con due giovani, abbiamo recuperato la condizione di Chiesa e Vlahovic, abbiamo portato in prima squadra Hujisen e Yildiz, Nicolussi Caviglia è rientrato dai prestiti. Stiamo cercando di raccogliere risorse dall’ottimo lavoro dei giovani, la politica è questa. Il giusto equilibrio tra sostenibilità e qualità della squadra. Ci vuole tempo, ma siamo fiduciosi: siamo un blocco unito tra società, giocatori e proprietà. Siamo la Juventus”.

Su Chiesa: “Un direttore sportivo deve condividere il quotidiano con l’allenatore, noi lo stiamo facendo. E’ un grandissimo calciatore sia da attaccante che da esterno”.

Sull’equilibrio finanziario: “Molte volte la sostenibilità può andare d’accordo con la qualità. Abbiamo una rosa molto valida, siamo molto sereni di poter far bene. La sostenibilità è molto importante perché darà serenità al futuro del club. Stiamo facendo un grande lavoro, cerchiamo di fare il massimo di quello che possiamo fare”.

Sugli obiettivi: “Vogliamo tornare in Champions League, ma non ci poniamo limiti. L’obiettivo è questo, non possiamo fare voli pindarici. Ce la lotteremo, facendo del nostro massimo. La Juve deve tornare in Champions”.

Bellissimo ricordo finale: “Volevo fare un ricordo di Gaetano Scirea, esempio di lealtà. Mi sembrava giusto ricordare la scomparsa di un grande uomo e calciatore”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie