lunedì, 25 Settembre 2023

Agroppi e la Juventus: “Abolirono retrocessione per evitare la B”

Condividi

Aldo Agroppi, rilasciò dichiarazioni durissime sulla Juventus alcuni anni fa, scagliandosi contro gli Agnelli, e contro l’ex tecnico bianconero Marcello Lippi.

La Juventus è sempre stata un misto di arroganza, potere, di forza da tirare fuori sempre al momento giusto. Per decenni si sono crogiolati con la storia di non essere mai retrocessi ed invece era una balla colossale perché nel 1913 arrivarono ultimi nel loro girone, con appena una vittoria, un pareggio e ben otto sconfitte. Solo che guarda caso con un’abile opera diplomatica fecero in modo di abolire proprio in quell’anno le retrocessioni e pensare che ancora non erano arrivati gli Agnelli…”, disse al Corriere Fiorentino:

Nel 1972 facemmo con Giagnoni un grande campionato, eravamo in volata con loro quando Barbaresco a Genova contro la Sampdoria mi annullò un gol regolare e così perdemmo lo scudetto”.

Poi c’è stato Lippi, che da allenatore bianconero, non sopportando le mie critiche, fece una cosa scorrettissima nei miei confronti usando il suo potere per farmi smettere di lavorare in Rai. Non era più lo stesso allenatore che prima di arrivare a Torino mi chiedeva informazioni sui giocatori…”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie