lunedì, 20 Maggio 2024

Caso Vlahovic, Marelli: “Doveri è stato davvero bravo!”. Ma l’ex arbitro Pieri a 90° minuto: “No, avrebbe dovuto sospendere il match”

Condividi

spot_imgspot_img

Continua a far discutere il caso Vlahovic dopo che l’attaccante della Juventus ha subito un trattamento vergognoso di una parte dei tifosi dell’Atalanta che lo ha insultato con frasi discriminatorie nel finale del match tra i bianconeri e l’Atalanta.

Il giocatore serbo – visibilmente turbato – ha reagito però solo dopo la rete del 2-0 messa a segno al ’95 ed ha ricevuto un’ammonizione.

Sulla questione si è espresso il moviolista di Dazn, Luca Marelli, che ha provato a spiegare il motivo per cui l’arbitro Doveri ha deciso di ammonire Vlahovic: “L’opera di prevenzione di Doveri nel trattenere Vlahovic per l’esultanza è da sottolineare. E’ stato davvero bravo”.

A spiegare in maniera corretta l’increscioso episodio è stato invece l’ex arbitro Tiziano Pieri, che ai microfoni di 90° Minuto, ha commentato la gestione di Doveri dell’episodio dei cori razzisti rivolti a Vlahovic.

Doveri interrompe la gara su sollecitazione di Vlahovic. “Senti i cori?”, ha detto il serbo all’arbitro. Prontamente Doveri interrompe la gara. Koopmeiners sollecita i propri tifosi a smettere con questi cori razzisti. Passano 50 secondi e il gioco riprende regolarmente, una procedura ufficiale sarebbe più opportuna a mio avviso”.

Portare tutti i giocatori a centrocampo, fare una sospensione ufficiale permetterebbe forse, in ogni partita, di trovare tifosi che si comportano così. Fonti federali ci dicono che la scelta dell’ammonizione a Vlahovic è in linea con il regolamento, ma a differenza di Lukaku non è diffidato. Nel caso in cui Vlahovic arrivasse ad una squalifica per somma di ammonizione, il giallo di oggi verrebbe cancellato”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie