domenica, 4 Giugno 2023

Il vice segretario dell’Uefa: “Juve, società fondamentale per il calcio europeo. Inchiesta plusvalenze? meglio vedere prima tutta la documentazione”

Condividi

Il vice segretario generale della Uefa Giorgio Marchetti a ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento, si è espresso con molta prudenza in riferimento all’inchiesta che ha coinvolto la Juventus.

“Sul caso Juventus, posso dire che l‘Uefa deve comportarsi nel rispetto dei regolamenti, ci sono ancora attività di indagine non ancora concluse nei confronti della Juve, c’è una sentenza già presa e che mi sembra di capire sarà appellata. Aspettiamo di vedere la documentazione su tutti i dossier per capire se ci sono dei profili concernenti ai regolamenti Uefa”, le prime parole del funzionario Uefa.

Si passa poi al tema Superlega che vede la Juventus tra i tre club che stanno portando avanti il progetto:

“Sta a loro decidere cosa vogliono fare, ovvero se rientrare, sono tre società fondamentali per il calcio europeo. Ma un tentativo di avvicinamento non dipende dalla Uefa, che rappresenta gli interessi di tutti i club europei. La Juve sarà giudicata come tutti i club, poi dovrà decidere anche quale sarà il suo posizionamento in Europa”.

E infine: L’Uefa non è un monolite che prende decisioni, decide di concerto con gli stakeholder, e i club sono i primi stakeholder. Noi pensiamo che la Superlega è un pericolo, perché è un progetto che vuole escludere. Viene presentato come un progetto che vuole salvare il calcio, ma se è così lo è per pochi. Qualunque format non cambia la sostanza”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie