lunedì, 20 Maggio 2024

Nuove indagini Juve? “Fatte con tempismo “perfetto” all’alba di momenti cruciali per la società come il ricorso per il -15”

Condividi

spot_imgspot_img

Nonostante le indagini legate all’inchiesta Prisma siano concluse e l’udienza preliminare già fissata il 27 marzo, la Procura di Torino non ha interrotto il suo lavoro e per questo è stato ascoltato Dybala sulla manovra stipendi.

Inoltre si parla di un nuovo filone di indagini legato ai rapporti di “partnership” con gli altri club che hanno portato all’interrogatorio di Mandragora e il vice presidente dell’Udinese.

In questo scenario, è notizia di ieri sera la trasmissione degli atti dell’inchiesta dalla Procura torinese a quelle di altre sei città.

Il quotidiano torinese La Stampa, sottolinea come alla Juventus non è arrivata nessuna notifica di ulteriori contestazioni penali.

Si legge: “dall’ambiente societario filtra la certezza che non esistano debiti nei confronti di nessuno (in questo caso di altre società). E fanno notare il tempismo considerato – nell’ambiente bianconero – “perfetto” all’alba di momenti cruciali per la società. E cioè a due giorni dal cda della semestrale e a una settimana dalla dead line per la consegna della difesa sulla sentenza plusvalenze che ha portato alla penalizzazione (al momento) di 15 punti in classifica”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie