venerdì, 19 Luglio 2024

Allegri ai giornalisti: “Potete avere un’opinione diversa, ma sui numeri non è opinabile niente”

Condividi

spot_imgspot_img

Allegri è tornato a parlare del suo sfogo in diretta su Sky Sport dopo il pareggio di Europa League.

E lo ha fatto in conferenza stampa pre Spezia-Juve:

Non sono assolutamente nervoso, è successo con qualcuno che fischiava dei giocatori che sono entrati in campo ed era senza motivo. Poi è giusto fischiare a fine partita se la squadra perde, non è giusto fischiare a prescindere”, le prime parole del mister.

“L’altra sera è stata una reazione, magari sbagliata, ma posso essere criticato su tante cose: si gioca male, si può far meglio… ma sui dati di fatto non bisogna parlare, i numeri sono quelli. Te fai un tema: è opinabile. Matematica:1+1 fa 2, non 3”.

“Poi accetto: sono un allenatore scarso, le squadre mie fanno schifo… accetto tutto, fa parte della critica. Sui numeri non si può discutere”.

Allegri è un fiume in piena: “il corto muso? era rivolto al campionato, quando mi dicevano che la squadra dovesse vincere di 27milioni di punti, io dicevo no, basta un punto, come il corto muso. E’ un’opinione, è stata camuffata, rigirata, come le frittate. Non ho detto così, poi mi ci diverto. Mi dispiace per la reazione, ma certe cose non vanno bene. Puoi avere un’opinione diversa, non è giusta o sbagliata, sui numeri non è opinabile niente. Questo che sia chiaro”.

“A Salerno dicevo: cerchiamo di vincere con buono scarto. Ora spero di vincere 3-0, poi voglio veder crescere anche mio nipote, quindi 1-0 no… Quando me ne sono andato c’era un fogliettino di mio nipote che diceva: nonno, no 1-0! Ha capito subito”.

“Perché sono l’unica voce della Juve? La società non manca mai, la Juventus è la società più forte che c’è. I risultati ottenuti sono arrivati con tanti allenatori e giocatori diverse. I risultati li fanno le grandi società, con interpreti diversi. Bravi, ma la società è il cemento armato per fare risultati. La società è sempre presente, ora più che mai dopo il -15. Veronesi? Lo conosco, bravo scrittore, dice che in Italia si fa pensare che ci abbiano rubato la Gioconda ma non è vero! Un paragone carino…”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie