venerdì, 19 Luglio 2024

Intercettazioni Juve: “U23? Abbiamo creato un carrozzone perché non sapevamo più dove mettere i giocatori”

Condividi

spot_imgspot_img

Tra le nuove intercettazioni sulla Juventus diffuse dal Corriere della Sera, in merito all’inchiesta Prisma, spicca quella relativa all’Under 23:

Si legge sul CorSera: “Tentando di capire come vanno le cose, l’allora ad chiede al direttore finanziario dell’epoca, Stefano Cerrato, di fargli un report sui costi dell’under 23: «L’idea che mi sono fatto io è che quello lì è un carrozzone che abbiamo creato… te lo dico fuori dai denti, che abbiamo creato perché non sapevamo più dove mettere i giocatori». Pausa: «Di Fede (Cherubini, ndr) non mi fido per niente sull’under 23, ha un approccio molto emozionale».

Si sente Agnelli sfogarsi con Federico Cherubini per la campagna acquisti della Juve: «Se metto in piedi, dal 2010 quando sono arrivato a oggi, le caxxate che abbiamo fatto gli ultimi tre giorni di mercato, abbiamo buttato nel cesso 60-70 milioni… Te lo dico così, spannometrico, da Anelka». E l’allora ds replica: «Bendtner, il ritorno per la terza volta di Caceres». E poi bisogna fare i conti con Allegri, riflette Cherubini: «Se una volta ogni 40 partite deve giocare uno, giocherà uno dell’Under 23… tanto Max prima che gioca uno dell’Under 23..»

A proposito dell’Under 23 c’è anche Arrivabene che chiede al direttore finanziario dell’epoca, Stefano Cerrato, di fargli un report sui costi dell’under 23: «L’idea che mi sono fatto io è che quello lì è un carrozzone che abbiamo creato… te lo dico fuori dai denti, che abbiamo creato perché non sapevamo più dove mettere i giocatori».

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie