spot_img
venerdì, 2 Dicembre 2022

Mou vede Juve e va in pressing sugli arbitri: “Ci hanno tolto il diritto di vincere le partite”

Condividi

C’e del veleno, nelle dichiarazioni di Mou, dopo il pareggio della Roma a Napoli.

Il tecnico giallorosso scorge la Juve all’orizzonte per la corsa Champions, e si scaglia contro l’arbitraggio:

Mou chiede due minuti ai giornalisti di Dazn per dire quello che pensa dell’arbitraggio nei confronti della Roma:

Ci sono squadre che giocano per vincere lo scudetto, noi no. Ma abbiamo il diritto di giocare per vincere le partite”.

E ancora: “Oggi mi è sembrato che no, non avevamo il diritto di vincere questa partita. Ho letto da qualche parte che il campionato si deciderà sugli errori o no degli arbitri con le tre davanti, ma io dico che si decide anche se qualcuno sbaglia contro le avversarie delle tre davanti”.

Poi l’affondo: “In qualche momento della partita di oggi ho avuto vergogna a essere lì. Nel primo tempo il giallo non dato a Zanoli è giallo in tutti i campi del mondo, con quello del secondo tempo sarebbe stata espulsione”.

“Il rigore non fischiato a Zaniolo è rigore, invece niente. Ma c’è di più, molto di più… Per me è ora di dire basta, un po’ di rispetto. Noi lavoriamo tanto, io voglio avere il diritto di giocare per vincere”, ha detto ancora lo Special One.

“Non siamo stati bravi a sufficienza in alcuni momenti del campionato e non possiamo vincere lo scudetto, ma voglio avere diritto di poter vincere una partita e, per me, in alcuni momenti questo diritto mi è stato tolto”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie