lunedì, 4 Luglio 2022

Champions, Allegri: “Rientrano Chiellini, Dybala e Bernardeschi, ma si fa male Alex Sandro. Ora siamo un gruppo granitico”

Condividi

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di Champions League contro il Villarreal.

Subito le prime domande sulla formazione che affronterà gli spagnoli

Ho le idee chiare ma speriamo di indovinarla. La squadra sta bene di solito a marzo si decide la Champions, il campionato è la Coppa Italia. Dobbiamo essere focalizzati sulla partita di domani”.

“Se possiamo vincere la Champions? Non so se ha le qualità o la capacità di arrivarci, ma noi dobbiamo avere l’ambizione di arrivarci. Noi dobbiamo avere sempre l’obiettivo massimo di arrivarci. Dobbiamo fare tutto il possibile per ottenere il massimo risultato e non deve succedere di uscire dalla competizioni senza fare il massimo. Domani è una finale che giochiamo in casa”.

Morata? “Della formazione non ho detto niente… dei 3 giocano 2. Diciamo che Vlahovic gioca. Sta attraversando un buon periodo di forma, le qualità ce l’ha sempre avute. Non era diventato scarso, è sempre stato criticato e ha giocato in una posizione che non è la sua. Con un centravanti non è più facile, gioca meglio a seconda delle caratteristiche”.

Poi l’annuncio sui rientri: “Da chi iniziamo? Da quelli che ci sono: rientrano Chiellini, Dybala e Bernardeschi. Tre rientri importanti, speriamo di risolverla nei 90′ altrimenti lo faremo nei 120″.

Tuttavia, spiega Allegri, “Chiellini, Dybala e Bernardeschi non hanno i 90 minuti, possono essere cambi importanti. Bonucci è out: a Empoli, col Villarreal all’andata, non stava bene e si è messo a disposizione. Ha un problema al polpaccio che non riesce a risolvere”.

Alex Sandro si sentiva il polpaccio strano, il subsoleo è noioso e non lo rischio, dato che non è l’ultima della stagione. Vediamo Zakaria: se torna giovedì, altrimenti dopo la sosta”.

Infine alla domanda «Cancelleresti I primi tre mesi o gli infortuni?», Allegri ha risposto così:

“Mi tengo sia infortuni che i primi tre mesi della stagione perché se no non saremmo a questo punto. Ora Siamo diventati una squadra compatta e un gruppo granitico”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie