domenica, 16 Gennaio 2022

Juve Allegri non perdona più nessuno: “Arthur oggi è arrivato in ritardo. Non è giusto, e quindi non farà parte dei convocati”

Condividi

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Venezia-Juve:

Credo sia una partita complicata, il Venezia in casa ha segnato molto. Solo con l’Inter credo non abbia fatto gol. Gioca, è spensierata, viene da una brutta sconfitta col Verona dopo aver dominato. Giocano con la Juve, cercheranno impresa storica. Dobbiamo metterci al pari: mentalità, rispetto, sul piano fisico. Correre e giocare, poi le qualità tecniche vengono fuori ma serve approccio giusto”.

Il punto sull’infermeria: “McKennie Sta bene ha fatto parziale oggi e si riaggrega settimana prossima. Ramsey ancora fuori. Arthur stamattina è stato sfortunato, è arrivato tardi e non sarà convocato”.

Nel dettaglio, Allegri chiarisce che: “Arthur è arrivato in ritardo il giorno prima della partita, non è giusto e quindi non farà parte dei convocati. Da martedì, alla ripresa degli allenamenti, sarà con la squadra. Cose che capitano”.

A proposito della crisi del reparto avanzato: “Siamo sotto la media. Bisogna essere lucidi, cattivi sotto porta. La percentuale realizzativa è troppo bassa per essere la Juventus”. Per far gol servono 5 occasioni, è poco, serve testa”.

Sulla formazione: “Se giocherà De Sciglio, Cuadrado verrà spostato avanti. Bernardeschi rimane nella posizione a sinistra. Fa meglio lì, a destra è incasinato, a sinistra ha più libertà di movimento”.

E ancora, Allegri conferma che Dybala “sta bene, ha fatto allenamento con la squadra, è a disposizione ed è pronto per giocare”.

Su Pellegrini: “Luca è cresciuto molto, ha molti meriti nella sua crescita perché ha voluto rimanere alla Juventus e sta crescendo. Credo che possa ancora migliorare. Ora è una valida alternativa ad Alex Sandro”.

L’ultima parte dell’intervista è dedicata a coloro che hanno criticato la Juve dopo la sconfitta con il Chelsea. Messaggio criptato anche per Arrigo Sacchi reo di aver criticato aspramente la Juventus nei giorni scorsi

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie