venerdì, 3 Dicembre 2021

Inter-Juve, Inzaghi: “Due punti persi. Meritavamo di vincere”

Condividi

Nel corso della conferenza stampa post Inter-Juventus, l’allenatore nerazzurro Simone Inzaghi ha commentato il match della nona giornata di Serie A, terminato in pareggio 1-1.

Un pareggio arrivato all’88‘ da parte dei bianconeri, che ha demolito le speranze di Inzaghi di portarsi a casa i tre pesanti punti. Giocavamo contro la Juventus, me lo spiego così – ha commentato Inzaghi. In altri tempi pareggiare con loro ci poteva stare. Oggi per noi era importantissimo vincere e lo avremmo meritato. Dovevamo stare sicuramente più attenti e sicuramente Guida poteva non richiamare l’arbitro al VAR. Ci lecchiamo le ferite ma ripartiamo da questa grande prestazione”.

“Il ritmo tenuto nel primo tempo era difficile da mantenere, ma credo che anche nel secondo tempo abbiamo fatto bene e non meritavamo di pareggiare – ha aggiunto il tecnico. Ovviamente mi preoccupa la distanza in classifica, ma più che altro dispiace aver perso due punti così“.

Ai microfoni di DAZN, il tecnico nerazzurro ha poi aggiunto:

“Era l’unico modo in cui potevamo prendere gol. C’è dispiacere, abbiamo condotto la partita dall’inizio alla fine senza concedere niente. Sono due punti buttati via, c’è dispiacere per i nostri tifosi che ci hanno accompagnato 95 minuti. La prestazione è stata buonissima e sicuramente avremmo meritato di più“.

“Penso che siamo stati bravi, non abbiamo concesso niente ad una squadra forte in ripartenza. L’abbiamo preparata in quel modo, tutti i giocatori si sono aiutati, l’unica pecca è il risultato che ci penalizza“.

In merito alla sua espulsione per aver lanciato una pettorina in campo a seguito dell’assegnazione del rigore alla Juventus, Inzaghi ha commentato: “Eravamo in superiorità numerica, da allenatore in una partita del genere vedi l’arbitro lì a due metri che fa segno che sia tutto ok ti puoi arrabbiare così come ho fatto io. Probabilmente gli è stata riferita la mia reazione, stavo effettuando il cambio di Vecino. L’espulsione ci sta, ho sbagliato, così come ha sbagliato l’arbitro a due metri dall’azione“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie