Juve, per Ravezzani il colpevole è chi non c’è più

165

Tra i tifosi e gli addetti ai lavori, è caccia al responsabile dopo le terza partita della Juventus senza vittorie (un solo punto in tre partite).

C’è chi punta il dito su Allegri, chi invece sul portiere Szczesny e chi ancora su Andrea Agnelli accusato di aver pensato più alla Superlega che alla Vecchia Signora.

E se qualcuno ricorda che i bianconeri anche nel 2015 si trovavano nella medesima situazione (1 punto raccolto con Udinese, Roma e Chievo, poi ci fu la rimonta scudetto), ad accendere il dibattito ci ha pensato il il giornalista di Telelombardia Fabio Ravezzani che indica il colpevole in un uomo che non fa più parte della Juve:

Tra i problemi Juve anche la mancata crescita di Kulusevski e la regressione di de Ligt, insieme sono costati oltre 120 mln e avrebbero dovuto essere determinati. Col Napoli anche Bernardeschi (altri 40 mln) è stato pessimo. I danni di Paratici sono stati ingenti”, scrive Ravezzani su Twitter.