martedì, 28 Maggio 2024

Jacobelli smaschera Al-Khelaifi, e Ceferin: “Ci sono o ci fanno? Vedere alle voci contratti Neymar e Messi”

Condividi

spot_imgspot_img

Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport “incastra” Aleksander Ceferin presidente Uefa e Al-Khelaifi presidente dell’Eca.

Il giornalista evidenzia le parole di Ceferin pronunciate nel corso dell’Assemblea dell’Eca («Non accetteremo condotte irresponsabili. Tenderemo la nostra mano a coloro che sono stati più colpiti dalla pandemia. Crediamo sia il momento di superare la formula del fair play finanziario per arrivare a un solido regime finanziario che incoraggi investimenti e crescita»).

Parole quelle del capo dell’Uefa a cui hanno fatto seguito quelle di Nasser Al-Khelaifi, presidente Psg ed Eca, l’associazione dei club europei: («Per essere il cuore del calcio europeo, l’Eca deve essere decisa e potente, per guidare la famiglia calcistica unita. Alcuni hanno cercato di dividerci, separarci, renderci più deboli. Hanno fallito. Hanno ottenuto il contrario: ci hanno unito e siamo più forti. Il futuro non potrebbe essere più luminoso»).

Ebbene, Xavier Jacobelli, con un superbo editoriale smaschera i due padroni del calcio:

“Un conto è l’opposizione intransigente al progetto club dei super ricconi o presunti tali, vero oltraggio alla meritocrazia del calcio; un altro è dire che bisogna riformare il fair play, scantonando però sul peccato originale che l’ha snaturato e ha fatto figli e figliastri”.

I fatti non mentono: “Il Psg di Al-Khelaifi lo commise il 3 agosto 2017, annunciando Neymar”.

Jacobelli racconta di come “i segugi del Mundo, autorevole quotidiano spagnolo, hanno scoperto che fra cartellino e ingaggio l’operazione Neymar è stata di 489 milioni 228 mila 117 euro. Al brasiliano spettano 43 milioni 334 mila 400 euro lordi l’anno (3 milioni 611 mila 200 euro/mese, 116 mila 490 euro/giorno); per rimanere sino al 30 giugno 2023 egli percepirà un premio fedeltà di 50 milioni 556 mila 117 euro. E poi c’è il ‘bonus etico’: 541.680 euro lordi”  per essere “sempre cortese, puntuale e gentile con i tifosi, salutandoli e ringraziandoli, prima e dopo ogni partita”.

Insomma, secondo il direttore di Tuttosport, “se è vero che «bisogna superare il fair play finanziario», il Psg si è portato avanti con il lavoro. Vedere anche alla voce contratto Messi. Domanda: ma ci sono o ci fanno?”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie