Al Khelaifi: “Superlega? Non parlo di favolisti e di fallimenti”

299

In occasione della 26ª Assemblea dell’ECA, l’organismo che rappresenta le società calcistiche a livello europeo, il nuovo presidente Al-Khelaifi, subentrato ad Andrea Agnelli, è tornato sulla questione Superlega.

Il nuovo presidente ha dato il bentornato ai 9 club che hanno fatto marcia indietro, tra cui Inter e Milan, e non ha risparmiato una frecciatina a Juventus, Real Madrid e Barcellona: “Non mi dilungherò a parlare della ‘non così Super League‘ perché non mi piace concentrarmi su chi narra favole e fallimenti“.

“È un onore essere presidente dell’ECA e sono qui per rappresentare ogni singolo membro. Per affrontare le sfide del calcio di oggi, l’ECA deve evolversi con uno scopo più forte – ha aggiunto il presidente del Paris Saint Germain. Per essere il cuore del calcio europeo, deve essere decisa e potente, per guidare la famiglia calcistica europea unita. Recentemente, alcune persone hanno cercato di dividerci, hanno cercato di separarci, hanno cercato di renderci più deboli. Hanno fallito. Insieme, abbiamo difeso gli interessi del calcio europeo per tutti: per i giocatori, i club, le leghe, le federazioni nazionali e, soprattutto, i tifosi. Sono fiducioso, il futuro del calcio europeo non potrebbe essere più luminoso”.