Juve, Gigi Moncalvo: “Elkann non si fida più di Agnelli. Vi spiego cosa è stato messo a fare Arrivabene”

1160

Il giornalista Gigi Moncalvo, profondo conoscitore del mondo bianconero si è lasciato andare ad alcune rivelazioni circa quello che sta succedendo dietro le quinte della Juventus.

Queste le interessanti parole del giornalista a Radio Punto Nuovo:

“Contestazioni degli ultras juventini? Si dice che il padrone vero della Juventus, John Elkann, detesti suo cugino Andrea Agnelli e non vuole che faccia bella figura”.

Arrivabene è stato messo da Elkann a controllare Agnelli, proibendogli di autorizzare spese come ad esempio quella ventilata per Pjanic. Allegri è finito nella trappola del secolo: è la proprietà che apre il portafoglio e non vuole che il presidente faccia bella figura, Arrivabene è stato messo a fare l’ispettore”.

Elkann è stufo di aprire il portafoglio e fare ricapitalizzazioni, così lesina la paghetta ad Agnelli. La verità è che, con la spinta dei tifosi, la proprietà vuole che Andrea vada via dalla Juventus. Rinnovo Dybala? Agnelli non ha autonomia per decidere. Chiellini ha dovuto aspettare un mese per rinnovare il contratto”.

Parole quelle di Moncalvo non certamente campate per aria visto che lo scrittore, come detto, conosce molto bene gli intrighi di casa Agnelli, tanto da avere recentemente pubblicato due libri dai titoli “I lupi e gli Agnelli. Ombre e misteri della famiglia più potente d’Italia” e “Agnelli segreti”.