Stefano Discreti: “Juve, peggior mercato dai tempi di Calciopoli”

322

Stefano Discreti, giornalista di fede bianconera giudica “fallimentare, gravemente insufficiente” e “peggior mercato di sempre”, quello messo in atta quest’estate dalla Juventus.

Il giornalista è anche certo di una cosa: “Sicuramente è stata la più complicata in assoluto, da un punto di vista finanziario e non solo, dai tempi di Calciopoli”.

Questo perché è “mancata la programmazione, è mancato anche, se non soprattutto, il progetto tecnico/tattico”.

Discretti e i tifosi tutti, bocciano senza appello la nuova coppia dirigenziale, Cherubini – Arrivabene:

“Essersi affidati a dirigenti alle prime esperienze nei nuovi ruoli, seppur supportati da Nedved, non sembra essere stata una buona idea”.

Un delitto, secondo il giornalista lasciarsi “scippare” sotto gli occhi Donnarumma. Inoltre una sciagura “la partenza di Demiral (che segue quella di Romero)” che “non ha fatto altro che confermare la media età abbondantemente in là con gli anni del reparto che rimanda il compito di una rivoluzione necessaria alle prossime campagne trasferimenti, sperando che nel frattempo tenga anche grazie ai rientri di Rugani e De Sciglio”.

E poi il centrocampo “(è mancato persino il rientro “tappabuchi” di Pjanic)”.

In attacco non convincono nemmeno le modalità della svendita di Ronaldo, avendo accettato una minusvalenza importante in bilancio ed un pagamento in piccolissime rate quinquennali da parte del Manchester United, ne tanto meno il prezzo di acquisto di Kean che venduto un paio di stagioni fa a circa 30 milioni di euro è stato ricomprato dopo un rendimento biennale assolutamente non all’altezza addirittura a quasi 40 milioni di euro”.

Infine la sentenza: “Questa Juve è sicuramente più debole di quella dell’anno passato”.