mercoledì, 29 Maggio 2024

Calciopoli, Moggi: “Era nei programmi di far fuori i dirigenti della Juve e sostanzialmente la Juventus. Noi società più leale”

Condividi

spot_imgspot_img

Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni su Calciopoli a “Giù le mani dalla Juve”, programma andato in diretta su YouTube.

Queste le sue parole:

Era nei programmi di far fuori i dirigenti della Juventus e sostanzialmente la Juventus. È una certezza”, le prime parole di Moggi.

L’ex Juve ha ricordato che “già da tanti anni si sentiva dire che la Juve regalava auto agli arbitri per comprarli. Tutte cose che sostanzialmente vengono messe in atto per colpire una società che funziona nella maniera più giusta e leale”.

Nello specifico, spiega Moggi: “È capitato alla Juve con la morte dei due fratelli Agnelli, Gianni e Umberto. La Juve ha pagato per tutte”.

E ancora: “Se pensate dei tre processi, uno della Gea, uno Sportivo e uno Ordinario, nessuno di essi ha accertato delle colpevolezze. Volevano colpevolizzare la Juve e i suoi dirigenti e hanno trovato il sistema!”

E poi, “Tutto ciò non mi stupisce visto quello che è successo con Palamara. Se prendete il processo sportivo sentite dire campionato regolare nessuna partita alterata. Poi sentite Sandulli in questi giorni che dice che su calciopoli non c’erano reati provati”.

Infine certifica Moggi: “Poi si va in altro tribunale, quello di Milano, dove si portano altre intercettazioni e si scopre che chi faceva tutto ciò era l’Inter. La Juve è stata colpevole di vincere e di fare una squadra migliore delle altre”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie