Sacchi: “Scudetto? dico Juve. Allegri conosce le strade che portano alla vittoria”

745

L’ex allenatore della nazionale italiana Arrigo Sacchi non ha dubbi sui bianconeri come favoriti per la vittoria dello scudetto.

Attraverso le colonne de La Gazzetta dello Sport, Sacchi è netto e indica la sua favorita con argomentazioni chiare:

Allegri sa come si vince, un allenatore pragmatico oltre che un grande tattico: conosce le strade che portano alla vittoria”, le prime parole dell’ex allenatore di Milan e Real.

La sua Juve non è stata sempre convincente, ma in Italia conta soprattutto il risultato e Allegri sa come ottenerlo. Non mi ha sorpreso che sia stato richiamato alla guida della squadra anche se è difficile ripetersi”.

La Juve voleva cambiare qualcosa, ma – spiega l’ex Ct – ha affidato prima a Sarri e poi a Pirlo una rosa costruita per Allegri, che è molto bravo a fare acquistare giocatori in linea con le sue idee. Comunque la rosa bianconera è molto ricca ed è composta da elementi di grande spessore”.

I bianconeri secondo Sacchi “partono davanti anche perché l’Inter ha perso Lukaku, Hakimi e soprattutto Conte”

Sulla nuova gestione di Ronaldo da parte di Max Allegri, Sacchi è altrettanto netto: “Io sono un socialista vecchia maniera: per me sono tutti uguali. Quando allenavo, se un giocatore non stava bene lo sostituivo o lo lasciavo in panchina. Che si chiamasse Gullit, Van Basten o Baresi. E facevo un favore a ciascuno di loro, perché il calcio non è uno sport individuale. Non esiste il calciatore che si debba caricare la squadra sulle spalle: bisogna migliorare la sinergia tra i giocatori”.