Andrea Bosco: “Ho un consiglio da dare ad Andrea Agnelli”

380

Nuovo editoriale del giornalista di fede bianconera Andrea Bosco, per le colonne di Tuttojuve.

Spiccano le parole del giornalista su questo primo scorcio del mercato bianconero:

Pensavo che il ritorno di Max Allegri avrebbe consegnato anche una Juventus con le idee chiare, visto che la proprietà (Elkann) aveva provveduto a sanare (con l’ennesima iniezione di liquidità) il passivo accumulato. Una Juventus che avrebbe dovuto programmare la cessione dei rami secchi. Perché si sa come funziona: il primo idiota che passa, sbatte a terra un mozzicone di sigaretta e provoca un incendio”.

Poi la sentenza: “Oggi la favorita è probabilmente l’Atalanta”.

Ma a destare interesse, è il consiglio che Andrea Bosco rivolge al presidente della Juventus Andrea Agnelli:

“In attesa che si risolva l’altra telenovela juventina, quella relativa a Paulo Dybala, mi permetto un modesto suggerimento ad Agnelli in vista della prossima stagione”.

“Per questa mi aspetto un buon campionato e una Champions che arrivi almeno ai quarti. Ma per il 2022 tale Paul Pogba si svincolerà dallo United. E sempre per il 2022 pagando 75 milioni (ci pensino a Torino, visto che per Locatelli ne verseranno almeno 35, ammesso bastino) si potrebbe arrivare a tale Haaland.”

Magari finalmente riuscendo a vendere i rami secchi persino a lusingare l’Atalanta per Gosens. Ecco: senza Ronaldo (fine contratto) ma con Haaland, Pogba e (magari) Gosens. Programmare il futuro adesso. Con quelli che spostano. Con quelli che fanno la differenza. Magari dando qualche possibilità in questi mesi anche ai Ranocchia. Se la darai agli Arthur puoi negarla ai Ranocchia?”