L’amarezza di Bergomi: “Dopo tanti anni di sofferenza, si pensava di poter pianificare un futuro migliore”

220

Grande amarezza per i tifosi dell’Inter che hanno dovuto dire addio a Romelu Lukaku, attirato da una generosa offerta del Chelsea. Un malumore sempre più diffuso, quello dei tifosi, che in queste ore stanno rivolgendo feroci critiche alla dirigenza nerazzurra, incapace di tenersi i suoi gioielli.

A commentare il delicato momento vissuto dall’Inter e la partenza di Big Rom, l’ex nerazzurro Beppe Bergomi ai microfoni del Corriere dello Sport:

“C’è amarezza, sicuramente. Dopo tanti anni di sofferenza, si pensava di poter pianificare un futuro migliore. Purtroppo le avvisaglie c’erano: il mancato rinnovo di Conte, le dichiarazioni di Oriali che ha annunciato come la situazione fosse peggiore di quel che sembrava; e poi la spaccatura fra proprietà e prima squadra“.

“Questa offerta del Chelsea da oltre 100 milionila conoscevo già da prima degli Europei ha rivelato Bergomi, che ha poi aggiunto “Sono arrivati a 115, diventa difficile dire di no: io non me la prenderei con il ragazzo“.