sabato, 15 Giugno 2024

Marco Tardelli: “Alla Juve manca Pjanic? Diciamo che le manca Pirlo”

Condividi

spot_imgspot_img

Nel corso di un’intervista a la Gazzetta dello Sport, l’ex bandiera della Juventus, Marco Tardelli, ha analizzato la stagione dei bianconeri, caratterizzata da una discontinuità di prestazioni che non ha consentito alla squadra di Andrea Pirlo di realizzare il sogno dei dieci scudetti consecutivi né di garantirsi, finora, un piazzamento in Champions, per il quale la Juve si ritrova a lottare fino all’ultimo.

La lucida analisi di Tardelli: La Juve sta pagando i tanti errori fatti. Le colpe sono da dividere tra tutti, dalla società a Pirlo, passando per i giocatori. La società ha fatto un mercato non ideale, diciamo così. E non è neanche vero che non ha fatto acquisti, ma non ha preso i giocatori giusti nei ruoli determinanti. I giocatori non hanno avuto la continuità che serviva e che veniva richiesta per vincere, soprattutto in Champions che era il vero obiettivo del club”.

“Forse Andrea poteva sfruttare di più Dybala, ha osservato Tardelli, che ha poi aggiunto: “ma se non l’ha fatto, solo lui sa da cosa è dipeso. Sento dire che ha cambiato troppo spesso il modo di giocare, ma quando si ha una rosa ampia succede, perché nel momento in cui alcuni giocatori non danno quello che ti aspetti, si prova a cercare altre soluzioni. E lì si entra in confusione. In alcuni momenti sarebbe stata determinante la società, ma anche lì c’è stata un po’ di confusione”.

“Il problema non è né l’attacco, né il modo di giocare. Il problema vero della Juve è il centrocampo: non ha chi glielo gestisce. Non parlo di moduli, perché puoi giocare come vuoi se hai centrocampista all’altezza. Per me quelli della Juve non lo sono. O meglio, potrebbero diventarlo con un ‘gestore’ in mezzo. Se manca Pjanic? Diciamo che manca Pirlo, ha concluso Tardelli.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie