Matthijs de Ligt: “Un onore giocare nella Juve e pensare di poter diventare capitano”

135

Ai microfoni di Sky il giovane difensore della Juventus Matthijs De Ligt ha parlato della sua avventura in bianconero e del momento vissuto dalla squadra guidata da Andrea Pirlo.

“Dopo la partita contro la Fiorentina eravamo delusi, pensavamo di andare a Firenze per prendere i tre punti, ma non lo abbiamo fatto”, ha commentato il giovane attaccante che ha poi aggiunto: “Penso che dobbiamo fare di più per prendere i tre punti in questa importante fase della stagione. Serve una crescita generale da parte di tutti, dobbiamo fare di più per vincere, dobbiamo avere più intensità, più coraggio e bisogna difendere più di squadra. Prima pensavamo allo scudetto, adesso stiamo pensando ad arrivare secondi, ha ammesso de Ligt.

“Tra le mie qualità penso di avere quella di fare gol e non sono felice di aver realizzato solo una rete finora, voglio migliorare in questo per aiutare la squadra. De Ligt ha poi continuato: “In rosa ci sono quattro capitani, calciatori di esperienza che giocano da anni qui, per me è un onore giocare nella Juve e pensare di poter essere un giorno il capitano di questa squadra. L’importante per me è giocare bene, aiutare la squadra e poi deciderà il mister chi sarà il capitano”.