Iuliano sulla Superlega: “Le società hanno tentato di uscire dal monopolio di UEFA e FIFA. Avrei preferito vedere Juve-Real Madrid piuttosto che Apoel Nicosia-Slavia Praga”

113

Ai microfoni di Radio Bianconera l’ex bianconero Mark Iuliano ha commentato il progetto Superlega, arenatosi ad appena 48 ore dalla sua nascita, e per il quale ora in tanti chiedono e si aspettano le dimissioni del presidente della Juventus, Andrea Agnelli, uno dei principali promotori dell’iniziativa.

Una possibilità che non vede d’accordo Iuliano che ha dichiarato: Perché dovrebbe dimettersi? La Juve senza Agnelli non esiste, non penso che altri presidenti metterebbero la stessa passione della famiglia Agnelli“.

In merito al progetto Superlega ha poi aggiunto: “Secondo me le società non avevano tutti i torti a cercare qualcosa di diverso per uscire dal monopolio di UEFA e FIFA che decidono tutto. Forse è stata messa giù in fretta e quasi di nascosto, ma se le società si sono mosse in questo modo evidentemente volevano dire basta, ha sottolineato l’ex bianconero che ha poi proseguito:

L’indignazione non la capisco. Il calcio è show ma sarebbe comunque rimasto dei tifosi. Io avrei preferito vedere Juve-Real Madrid piuttosto che Apoel Nicosia-Slavia Praga. Per vedere una partita decente ormai bisogna andare oltre i quarti di Champions, poi ora la competizione è stata anche allargata ad altre squadre. Io non credo che i tifosi sarebbero stati delusi. Più spettacolo significa più introiti”.

“L’Europa League penso che sia un fallimento, ti fa fare viaggi allucinanti e ti dà pochi ricavi. Se non risolvono le cose penso che tra due anni saremo di nuovo qui a parlare delle stesse cose, ha concluso Iuliano.